Sant Jordi

In Catalunya Sant Jordi (Giorgio) è il patrono della  regione e della città di Barcellona. Il 23 aprile (in catalano: diada de Sant Jordi) i catalani, con una tradizione che risale probabilmente al secolo XV, festeggiamo la giornata degli innamorati, in cui le coppie di amanti, ma anche gli amici, genitori e figli, ci regaliamo delle rose e dei libri. La festa è molto popolare e, dal punto di vista dei catalani, è anche diventata una rivendicazione della nostra cultura e valori nazionali.

La leggenda più diffusa associa il santo alla lotta contro il Drago, essere mostruoso che viveva nelle acque di un lago libico, spargendo il terrore tra la popolazione della vicina cittadina, costretta a versare il tributo di due agnelli al giorno per placare la sua ira. Quando gli animali cominciarono a scarseggiare, gli abitanti furono costretti a tirare a sorte ogni giorno il nome di una persona da offrire in sacrificio. In un’occasione fu estratta la figlia del re, che sarebbe stata divorata se Sant Jordi non fosse riuscito a sconfiggere il mostroágine, e il sangue versato dal drago ucciso da Sant Jordi, per difendere la principessa imprigionata dallo stesso mostro, avesse poi fecondato la terra, facendo germogliare rose color rosso. Le rose, venivano donate dal cavaliere alla principessa liberata. È per questo, che la tradizione odierna prevede che gli uomini, offrano alle donne una rosa, e che queste, ricambino il dono regalando romanzi o poesie.

La tradizione dei libri ha origine nella data della ricorrenza, della morte di Cervantes e William Shakespeare, il 23 di Aprile. Vicént Clavél Andrés, editore e scrittore Valenciano, che trapiantato a Barcellona propose questo abbinamento nel 1930.

I catalani conserviamo gelosamente l’abitudine di regalare una rosa alla persona amata o ad amici, compagni e familiari in occasione della tradizionale Festa di Sant Jordi, pur assumendo un significato e un colore speciale proprio a Barcellona e, in particolare, nella Rambla, vero cuore della festa.

Il suggestivo viale che conduce fino al Porto si riempie di libri e fiori sin dalle prime ore del mattino. Sono in tanti ad accorrere per godere di una splendida passeggiata e ripetere il tradizionale gesto dello scambio dei doni: mentre lui le regala una rosa, lei lo ricambia con un libro. Per i librai e le case editrici è il giorno dell’anno in cui si registra il maggior volume di vendite, per i lettori rappresenta un’occasione unica di incontro con gli autori preferiti, che firmano le copie dei propri libri immersi nella straordinaria atmosfera della Rambla.

La Festa di Sant Jordi è impregnata di emozioni e di storia, le cui radici si intrecciano sin dalla leggenda di Sant Jordi cavaliere, che uccise il dragone per salvare la principessa. Perché il giorno di San Jordi romanticismo e cultura confluiscono in un unico sentimento.

2 pensamientos en “Sant Jordi

  1. I tend not to leave a response, but after browsing some of the responses on Sant Jordi Ordo ab Chao.
    I actually do have a couple of questions for you if you don’t mind. Could it be simply me or does it look as if like a few of the remarks come across like they are left by brain dead individuals?😛 And, if you are writing on other social sites, I’d like to keep up with you.
    Could you post a list of the complete urls of your social community pages like your twitter feed, Facebook page or linkedin profile?

Los comentarios están cerrados.